Village Celimontana, il Jazz dell’Estate Romana. Eventi 12-18 agosto

Village Celimontana, il Festival Jazz con più affluenza d’Europa: più di 100 concerti dal 1 giugno al 10 settembre 2019. L’iniziativa di Villa Celimontana, nel cuore di Roma in via della Navicella 12, è parte del programma dell’Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e realizzata in collaborazione con SIAELa programmazione dal 12 al 18 agosto 2019.

 

LUNEDI’ 12 AGOSTO: CELIMONTANGO – LAS MARIPOSITAS         

Ogni lunedì Jazz Village ospita Celimontango, evento curato da “il Principe e Dj Vargas” che trasformerà lo spazio della Villa in un’autentica Milonga. “Il segreto del tango sta in quell’istante di improvvisazione che si crea tra passo e passo. Rendere l’impossibile una cosa possibile: ballare il silenzio.”  Lezioni di tango a cura di Samantha Dispari e Santiago Fina, maestri argentini che saranno presenti a Celimontango per tutta la durata del Festival dal mese di giugno fino a settembre.

Lunedì 12 agosto 2019 La Milonga è impreziosita da un concerto live. Sul palco “Las Maripositas”, band che nasce nel 2011 a Roma dall’incontro di Fabiana Avoli al pianoforte e Monica Tenev al flauto. Come formazione atipica il duo originario desta un notevole interesse che determina fin da subito un’intensa attività concertistica. Di li a poco sentono l’esigenza di ampliare l’organico e la formazione si arricchisce della voce di Valentina Paiella continuando così ad esibirsi con numerosi concerti in teatri e milonghe di tutta Italia. In questo periodo il gruppo partecipa ad alcune importanti rassegne tra cui: la XIX Festa Europea della Musica presso l’Auditorium dell’Ara Pacis, patrocinata dalla UE e la “XIX Festa per la Cultura” promossa dall’Associazione “Controchiave”. Sull’onda di questo entusiasmo nel 2013 il trio parte per l’Argentina per esibirsi nelle città di Buenos Aires e La Plata presso: Bendita Milonga, Teatro Abre, Bar Orsai, La Musetta ed altre; vengono inoltre scritturate per la festa di chiusura del “XV Festival Internacional de Cine por los Derechos Humanos”.

A Buenos Aires hanno il privilegio di studiare con grandissimi maestri quali Nicolás Ledesma, Paulina Fain, Ezequel Mantega, Patricia Andrade, Eliana Sosa. Tornate dal viaggio con rinnovata creatività rendono omaggio alla musica d’avanguardia con cui sono entrate in contatto promuovendo la rassegna “Contemporanei Tángo” in collaborazione con l’Associazione “Il Geranio” che vede la partecipazione di importanti autori ed interpreti italiani ed argentini. Nel 2016 entra a far parte della formazione la violoncellista Daria Rossi Poisa e Monica Tenev debutta come bandoneonista. L’inserimento di questi due ulteriori strumenti arricchisce sensibilmente la gamma espressiva del quartetto che raggiunge sonorità quasi orchestrali. Questo nuovo cambiamento porta l’ensemble ad essere protagonista di importanti eventi tra cui l’apertura come gruppo italiano del concerto a Milano della prestigiosa orchestra argentina “Misteriosa Buenos Aires” organizzato dall’Associazione “El Candil”, la XV edizione del FIABA Day in Piazza Colonna a Roma per conto della Onlus “Rayado de Rosa” ed il rinomato “Caffeina Festival” di Viterbo per conto della “Golden Tango”. Recentemente si sono esibite con successo in due edizioni consecutive della rassegna “Les Grands Concerts de Saint Roch”, al Theatre de la Terre ed alla storica milonga La Sourdiere.

Milonga (serata di ballo) tutti i lunedì dalle ore 22,00 alle 2,00

Organizzatori: Alberto Alfieri Cardia “il Principe”- Riccardo Vargetto “Vargas”-

Ingresso €. 10,00

 

Las Maripositas:

Fabiana Avoli Piano

Monica Tenev Flauto – Bandoneon

Daria Rossi Poisa Violoncello

Valentina Paiella Voce

Flavia Ostini, Contrabbasso

 

 

MARTEDI’ 13 AGOSTO: SWING SWING SWING – PAOLA RONCI & THE REEFERMEN

Ogni martedì si balla al Village Celimontana con la serata a tema “SWING SWING SWING: spazio per i Lindy Hoppers e amanti del ballo Swing! Ogni settimana una lezione di ballo gratuita ad inizio serata per imparare i primi passi e ballare ritmo di Swing. Questa volta, martedì 13 agosto, sarà il turo della scuola Swing Cats. A seguire il concerto di Paola Ronci & The Reefermen: un quartetto che suona il Jazz di New Orleans e il Blues classico, omaggiando artisti come Fats Waller, Bessie Smith, personalizzando con un sound unico per donare nuova linfa vitale ad un repertorio di per sé tradizionale.

Concerto di Paola Ronci & The Reefermen ore 22:00

Djset Only Swing di Lalla Hop e Dj Arpad 23:00

Ingresso free

 

Line-up:

Paola Ronci – voce

Gino Cardamone – chitarra e banjo

Giuseppe Talone – contrabbasso

Antonio Marianella – batteria e washboard

 

 

MERCOLEDI’14 AGOSTO: NOREDA GRAVES QUINTET – BUTTERFLY TOUR

Noreda Graves, per anni voce di punta di alcuni tra i più prestigiosi cori gospel di Harlem, torna in Italia nel suo terzo tour europeo da solista, con “Butterfly Blues Tour”. “I have a gift and I want to share it with people” e la sua voce è davvero un dono prezioso per chi la ascolta, attraverso le atmosfere delle gemme più preziose della black music, con una band in grado di esaltarne lo smisurato talento. Noreda Graves (Washington DC, classe 1982) è una delle voci soul più apprezzate d’America.  Ad oggi ha svolto  il suo percorso artistico e ha collaborato al fianco di grandi musicisti come: Bishop Donnie Graves, Richard Smallwood, the late Dr. Mattie Moss Clark, The Clark Sisters, the late Rev. Timothy Wright, Marvin Winans, Richard “Mr. Clean” White, The Harlem Gospel Choir, Anthony Morgan’s Inspirational Choir of Harlem, Dr. Bobby Jones, Fred Hammond, Bishop T. D. Jakes, Becky White, Walter Johnson, Cedric and LeJuene Thompson, Matt Angus and the Matt Angus Thing, Rev. F. C. Barnes, Rev. Luther Barnes, Rev. Charles Lyles, Lenora Young, the late Tim Hairston, Cornelius Young, Rev. John P. Key, Janice Brown, Phil Dorroh and Phil the Bass Project, TKA, Ricky Jones, Lyfe Jennings, Rick Payton, Jr., Aaron Neville and Andre Rieu and the Johann Strauss Orchestra. Noreda è la voce soprano solista dell’Harlem Gospel Choir e del coro dell’Anthony Morgan Inspirational Choir of Harlem. Con queste formazioni ha cantato al cospetto di migliaia di persone, in paesi come l’Italia, i Paesi Bassi, la Germania, la Svizzera, la Francia, il Belgio e l’Austria. Nel 2015, con il nome di Noreda Street, è una dei 5 solisti del concerto dedicato ai 150 anni della Croce Rossa Italiana svoltosi a Torino con un coro composto da 250 elementi.

 

Line up:

Noreda Graves vocal

Massimiliano Coclite piano, keyboards

Riccardo Cancellieri guitar

Walter Monini bass

Glauco Di Sabatino drums

 

 

GIOVEDI’ 15 AGOSTO: DADO MORONI & MAX IONATA – TWO FOR YOU

Dopo i grandi successi discografici “Two for Duke” e “Two for Stevie”, Dado Moroni e Max Ionata tornano insieme per un nuovo tour. “Two for You”, spettacolo che andrà in scena giovedì 15 agosto presso Village Celimontana, rappresenta, infatti, una sintesi di questi due lavori discografici che hanno esplorato la poetica e l’immaginario di due grandi colossi quali Duke Ellington e Stevie Wonder. Un progetto per due grandi del jazz italiano ed internazionale che vede pianoforte e sax dialogare alla perfezione mantenendo un profondo rispetto verso due grandi artisti che hanno lasciato una traccia indelebile nella storia. Duke Ellington ha, infatti, scritto alcune delle più importanti pagine del jazz mondiale, mentre Stevie Wonder nella sua natura blues e pop è stato un grandissimo innovatore nella composizione moderna pur mantenendo un forte legame con la tradizione. Due artisti, che nonostante le apparenti diversità, hanno molto in comune a cominciare da una inconfondibile vena blues che parte dalla musica nera: non a caso Stewie Wonder era un grande fan di Duke Ellington e molti dei suoi passaggi armonici sono facilmente riscontrabili negli standard jazz più famosi. Da questo punto di incontro parte “Two for you”: un confronto che porta Dado Moroni e Max Ionata ad aprire la porta del cuore, ascoltandosi reciprocamente e creando ogni volta uno spettacolo che, partendo dalle stesse composizioni, genera musiche e melodie sempre nuove.

Line-up:

Dado Moroni, pianoforte

Max Ionata, sax

 

 

VENERDI’ 16 AGOSTO: EMANUELE URSO “THE KING OF SWING” ORCHESTRA

Emanuele Urso “The King of Swing” è il protagonista e il mattatore delle notti swing di Roma. Tra l’omaggio a Benny Goodman e Gene Krupa, Emanuele Urso è un fantastico batterista, un raffinato clarinettista e un direttore d’orchestra eccellente, in grado di ricreare perfettamente, in uno sforzo filologico non comune, le atmosfere della swing era e delle dance hall degli anni 40. Gli arrangiamenti originali di Benny Goodman, Glenn Miller e Fletcher Henderson sono studiati, e ristudiati e poi riproposti in un concerto dal vivo che prima di essere un vero e proprio show sembra aprire una porta spazio-temporale per rituffarci direttamente nel periodo forse più brillante ed entusiasmante del ‘900.

Line-up:

Emanuele Urso, Clarinetto/batteria

Clara Simonoviez, Voce

Lorenzo Soriano, tromba

Alessandro Cicchirillo, trombone

Stefano Di Grigoli, sassofoni

Adriano Urso, pianoforte

Fabrizio Guarino, chitarra

Stefano Napoli, contrabbasso

Giovanni Cicchirillo, batteria

 

 

SABATO 17 AGOSTO: MARCO GUIDOLOTTI – MASSIMO URBANI TRIBUTE

Scomparso a soli trentasei anni, quando Massimo Urbani saliva sul palco, il suo sax geniale cantava, urlava, e inondava l’ambiente con un’energia potente e innovativa che non si era mai vista. Oggi, la magica voce del sax alto di Marco Guidolotti, accompagnato dai racconti dell’attrice Gabriella Silvestri, ci fa rivivere gli highligths musicali più belli e più strazianti della breve, intensissima vita di Massimo Urbani.

 

Line-up:

Stefano Reali, Piano

Dario Rosciglione, Contrabbasso

Marco Guidolotti, Sax Alto

Gabriella Silvestri, Voce Narrante

 

 

DOMENICA 18 AGOSTO: ROMAN CLASSIC JAZZ HERITAGE DI MICHELE PAVESE

Nel 1949 Louis Armstrong viene a Roma e dà il nome di “Roman New Orleans Jazz Band” alla prima vera realtà jazzistica della Città Eterna. Carlo Loffredo ricompose una nuova band che si chiamò “Il Roman New Orleans Jazz Band”, ottenendo successi sia in Italia che all’Estero: non passava settimana che non fossero in televisione o in radio, partecipando anche ad alcuni popolari film dell’epoca (anni ’50). “Ho avuto la soddisfazione di suonare tanto con la prima che con la seconda, diventata poi Carlo Loffredo Jazz Band” – dice Michele Pavese – “grazie all’intraprendenza organizzativa e indiscussa capacità musicale del leader”. La denominazione ROMAN è un esplicito omaggio alla storia di questa città in ambito musicale. La “Roman Dixieland Few Stars” di Michele Pavese, in attività negli ultimi 30 anni, diventa “Roman Classic Jazz Heritage” di Michele Pavese in segno di chiaro omaggio al Maestro Carlo Loffredo da poco venuto a mancare.

Line-up:

Michele Pavese, Trombone

Bepi D’Amato, Clarinetto

Vincenzo Barbato, Chitarra

Pietro Crescimbeni, Tromba

Alessandro Cicchirillo, Sousaphone

Author: Simone Sperduto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *