Il Jazz italiano per le terre del sisma: quattro giorni consecutivi di concerti

Si è tenuta a Roma, presso il Ministero per i beni culturali, la conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2018 di #jazz4italy. E’ la kermesse musicale “il Jazz italiano per le terre del sisma” che conferma l’impegno già profuso nell’edizione 2017 e che vede coinvolte quattro città per altrettanti giorni consecutivi di concerti all’insegna appunto del jazz. Si parte il 30 agosto a Camerino (MC) alla Rocca Borgesca, si prosegue il 31 a Scheggino (PG) in piazza Carlo Urbani e il 1 settembre ad Amatrice (RI) a Villa San Cipriano, per finire il 2 a L’Aquila in diversi punti della città.

L’evento è organizzato dalla Federazione nazionale “il Jazz italiano”, presieduta da Paolo Fresu che è altresì direttore artistico della manifestazione, e da I-Jazz, MIDJ, Casa del Jazz; main sponsor Siae con il supporto di NuovoImaie e il contributo tecnico di Cafim. C’è insomma grande aspettativa da parte degli organizzatori per una manifestazione che vedrà la partecipazione di numerosi artisti di jazz, “un genere musicale che non è più di nicchia e riesce ad attirare sempre più appassionati” come ha tenuto a precisare Paolo Fresu.

intervista a Paolo Fresu a margine della conferenza stampa

Author: Simone Sperduto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *