Roma Fumettara, la Scuola Romana dei Fumetti in mostra

Roma Fumettara, una scuola d’autori che celebra i suoi venticinque anni in una mostra al Palazzo delle Esposizioni di Roma dal 9 novembre 2018 al 6 gennaio 2019 a ingresso libero. Settanta autori raccontano la città di Roma attraverso le loro opere. A presentare la mostra della Scuola Romana dei Fumetti sono stati Massimo Rotundo, Massimo Vincenti, Stefano Santarelli e Arianna Rea.

“La scuola nasce nel lontano 1993 nella consapevolezza di dover superare la solitudine dei disegnatori degli anni ’80”, spiega Vincenti ricordando la vicinanza affettiva di un mostro sacro del settore di quegli anni, quale era Sergio Bonelli, che arrivò a dedicare degli articoli alla neonata compagine fumettistica capitolina. “La nostra forza è stato lo spirito sperimentale e Bauhaus, insieme al metodo della ‘bottega’, lì dove gli autori trasmettono le loro esperienze agli allievi”, sottolinea Santarelli citando tra gli ex allievi di successo Zerocalcare e Stefano Caselli.

“Nella nostra scuola si è sempre respirato l’approccio socratico del conosci te stesso che ha portato la scuola a divenire un’oasi creativa”, commenta Rea. “I disegnatori italiani hanno rappresentato sempre un’eccellenza, grazie anche alla loro anarchia creativa. Il ‘tema Roma’ di questa mostra vuole essere un omaggio ma anche un momento di riflessione su questa città che amiamo tanto ma che ci fa anche tanto arrabbiare”, sottolinea Rotundo. Si è voluto evidenziare il problema cronico della mancanza dei finanziamenti in un settore, come quello del fumetto, che fa cultura a tutti gli effetti: un chiaro messaggio alle istituzioni. La mostra non sarà itinerante; saranno previsti incontri per studenti e scolaresche.

A margine dell’anteprima per la stampa abbiamo intervistato Claudio Gregori, in arte “Greg”, presente con una sua tavola dedicata a Roma e alla romanità. Ci ha parlato della sua esperienza di disegnatore e del ruolo della satira sociale.

Author: Simone Sperduto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *